Rancore

oggi ho capito una cosa: chi vive nel rancore avrà una vita infelice.

L’ho desunto da un evento particolare del quale farò una breve sinossi: è morta una persona relativamente giovane che ho avuto modo di conoscere anni fa.
Ero amica della figlia di questa donna e per un periodo abbiamo condiviso parte delle nostre esistenze insieme, poi ci siamo perse per strada e sinceramente sono passati anni (roba ai tempi di Totoro – il mio ex); ok non parlo di decine di anni ma sicuro son passati 6 anni e come ho saputo della morte della madre le ho fatto le condoglianze.

Non avendo numero di cellulare, ne sapendo dove viva e che cosa sia della sua vita, l’ho rintracciata su FB e mandato il privato le condoglianze, scusandomi per il ritardo (l’ho saputo per casualità da una conoscenza in comune).

Minchia, non l’avessi mai fatto, mi ha risposto scrivendomi che non sa che farsene delle mie condoglianze e che trova il gesto inappropriato.

Mi sono fermata un attimo a pensare se le avessi ammazzato il gatto o fottuto l’uomo ma no, non so precisamente cosa abbia combinato nella sua vita ai tempi che furono per aver avuto una risposta del genere.
Mi ricordo bene che a capodanno stava con uno, che poi mollò per un altro e tempo pochi mesi arrivò il terzo e a me sto suo modo di cambiare liana mi lasciò perplessa e preferii andarmene per la mia strada.

Oddio, il pensiero che avevo ai tempi è pari a quello del bue che dice cornuto all’asino, però c’è modo e modo di cambiare liana.
Fattosta’ che dopo tutti questi anni son rimasta sorpresa da quanto la gente riesca rimanere ancorata al passato.

Nello specifico non me ne frega una beneamata cippa della reazione scatenata, cioè “ti è morta la madre, la conoscevo e mi è dispiaciuto umanamente perché era una persona buona e alla mano – per come l’ho conosciuta e la ricordo e quindi le condoglianze le faccio a priori e poco mi importa se le accetti o meno, quello è un problema tuo”.

ma il pensiero successivo è stato:

a quante persone starò sul *azzo nonostante gli anni passati?

Sarebbe curioso saperlo, so di essere una sociopatica di merda.
Non ho amiche che sento tutti i giorni, tipo quei rapporti simbiontici.
Le mie amiche è tanto se riesco a incrociarle una volta all’anno ma perché tra lavoro, figlia, famiglia, la vita si ferma veramente intorno a queste 3 entità e mi è difficile coltivare rapporto umani.

Poi sono e resto fondamentalmente selvatica, chi mi ama mi segue altrimenti vado avanti da sola che mi sta bene comunque… la mia compagnia mi piace e la solitudine non mi da fastidio e non mi spaventa.

Non provo rancore,per nessuno.
Può contattarmi chiunque e mai riceverà una risposta scomposta perché mi attacco solo al lato bello della vita.
Il male lo lascio scivolare addosso, la vita è troppo breve per essere infelici o passarla ad avercela con qualcuno.

è uno dei doni della morte, quando la vedi capisci che non ha molto senso vivere crucciandosi per qualcuno o qualcosa, va come deve andare.

Tutti abbiamo una data di scadenza e quindi bisogna vivere cercando di fare il proprio meglio.

Soprattutto ho imparato che si può essere la persona più sfigata al mondo, si può aver perso la persona che più si ama ma ciò non ti da il diritto di sputare merda sul mondo intero o prendertela con gli altri.
Ci si lecca le ferite in silenzio e ci si morde la lingua piuttosto che dire cose inopportune.

E così in definiiva non mi sono scomposta (non mi scompongo facilmente) e non ho dato corda a una che ti sfancula le condiglianze, le ho augurato una buona vita e ho eliminato la brevissima chat.
La vita non mi cambia e anzi ho Mario che se la ride come una cacca (gli ho raccontato l’ episodio) dicendomi che – eri, sei e resterai una bestia di Satana.

Perché si, il mio uomo ha deciso di soprannominarmi (ormai da un paio di anni) “LA BDS”, nomignolo che ora anche i suoi amici usano.

Ma si può vivere con uno che ti chiama “La BdS”? Altro che cicci e ciccina
E in simpatia adesso quando parla di me e di nostra figlia ci chiama “LE DUE BDS”.

Vabbè, vado a dormire…e mi raccomando gente, non covate rancore che poi la sfiga non vi molla più!

Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Qualcosa di speciale e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Rancore

  1. tramedipensieri ha detto:

    La penso uguale 🙂
    buona giornata

  2. Simone ha detto:

    tempo buttato al vento il rancore
    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...