C’è speranza per tutte…

Ebbene, dopo tempo torno a scrivere, l’afa non mi fa dormire (a differenza di Virginia che ronfa alla grande).

Presto Virginia farà 4 mesi e mezzo di vita 🙂 e tutto va bene.

Sta crescendo bene, vaccinazioni fatte (ma solo quelle obbligatorie), mentre la madre di Mario ormai riposa in pace ovunque siano finite le sue ceneri disperse (bravissimi quelli dell’agenzia funebre alla quale mi sono rivolta – la Sant’ANNA -…con 2000 euro abbiamo fatto tutto, funerale+ cremazione+ spargimento delle ceneri+fiori e messa trigesimo e non ci hanno fatto pagare il trasporto di resti mortali dalla clinica privata dove è deceduta all’obitorio comunale).

Con Mario va tutto bene, lo amo come sempre 🙂

…insomma per farvela breve la vita scorre tra alti e bassi (come capita a tutti noi comuni mortali) e sono felice.

Mia figlia me la sto godendo.

Non sto lavorando e mi va bene così, faccio la casalinga mantenuta 😛 direi un tuffo nel passato.

Comunque come ben sapete il giorno prima delle doglie ho compiuto 30 anni (sti ca***), ma dato che poche ore dopo aver compiuto gli anni ero in ospedale per partorire non ho fatto il fatidico punto della situazione.

Nel senso che 30 anni sono un traguardo importante, una sorta di bandierina raggiunta dove uno fa una sommatoria di tutto quello che ha realizzato da quando è al mondo.

Ieri, durate l’intera giornata passata a gozzovigliare con Virginia a casa dei nonni, ho ben pensato di farla la sommatoria; per fare al meglio il punto della mia situazione esistenziale ho avuto bisogno di trovare dei termini di paragone e così ho avuto l’idea di andare a cercare col profilo FB del mio compagno le mie vecchie compagne di classe (elementari\medie\superiori) per vedere “loro rispetto a me” a che punto si trovano.

Le mie ex compagne di classe oggidì si distinguono in due categorie, quelle del “O MIO DIO SI è SPOSATA E HA FATTO DEI FIGLI!!!” e le altre del “MA COME, è ancora single?”.

Già, quelle che erano e sono tuttora dei tipi si sono felicemente sposate, lavorano (più o meno) e hanno figli.

Quelle che erano le classiche bellocce e tuttora lo sono girano ancora con l’aquilone e niente figli o uomini all’orizzonte.

Poi ci sono io, che vivo nel peccato in quanto ho figliato senza essere sposata e l’ho fatto consapevolmente (nel senso che volevo mia figlia e la volevo da Mario che non è un particolare da sottovalutare – non si tratta di orologio biologico ).

Guardavo le foto delle mie compagne “bruttine” e non ce ne sta una che non abbia messo come foto del profilo fb lei in abito da sposa…perché si, in definitiva per quelle che tutti hanno sempre etichettato come “cessi”, schiaffare su un social le proprie foto del matrimonio è una sorta di rivalsa sociale, soprattutto nei confronti delle compagne che invece erano considerate fighe ma che oggidì sono arrivate a 30 anni e sono ancora sole.

Come son felice di essere madre.

Non c’è cosa più bella nella vita.

Qualche anno fa l’idea di far figli mi metteva i brividi, ma perché oltre a non essere io pronta non avevo trovato la persona giusta.

Da quando c’è Virginia la mia intera vita ruota e converge intorno a lei e non c’è cosa più importante al mondo per me.

Sta lievitando dinanzi ai miei occhi, pochi mesi fa veniva al mondo e in questi giorni ha imparato a rotolare e a tenersi con le manine sulla schiena…e da una parte vorrei congelare la mia vita alla perfezione di adesso.

Tornado al titolo del post; in questo mio fare il punto dei miei 30 anni ho la certezza di una cosa: c’è speranza per tutte.

Prima o poi la persona con cui trascorrere la propria vita (o una parte di essa) e farci dei figli arriva.

AAAAAAAA dimenticavo un’altra categoria, quella delle coppie giovani che anzicché fare un figlio adottano un cane per poi trattarlo come un figlio.

C’è qualcosa che mi sfugge nel percorso mentale che fanno alcune coppie che volendo potrebbero riprodursi…Dopo un paio di anni di convivenza\matrimonio durante i quali si è capito che va tutto bene taaaaaac, arriva il cane…e poi si ritrovano a 40 anni in un battibaleno e col desiderio di un figlio che invece non arriva.

Il mio consiglio è: oltre al cane dateci dentro! (e questo è quanto…ora vado a condizionarmi, nel senso che mi butto sul divano col condizionatore acceso perché ho veramente caldo).

Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Qualcosa di speciale. Contrassegna il permalink.

3 risposte a C’è speranza per tutte…

  1. Orso Chiacchierone ha detto:

    Che bello rileggerti!
    E che bella Virginia!
    Un abbraccio!

  2. E. ha detto:

    Bello leggerti di nuovo! Ci sentiamo presto!

  3. bentornata, sono contenta di rileggerti 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...