Dolce (mica tanto) attesa

La gravidanza mi rende fottutamente emotiva.
La dolce attesa, almeno nel mio caso, è correlata alla voglia immensa di cioccolato, per il resto di dolce non c’è proprio niente.
Seno che cresce e tira, pancia che lievita, olfatto sensibilissimo…ma a parte questo mi sento bene.
Non ho la nausea, ma faccio più fatica a digerire.
L’idea che qualcosa del diametro di un melone dovrà uscirmi da li sotto non è che mi renda entusiasta :S ma almeno avrò la grazia di non patire il caldo.
Partorirò in primavera, se tutto va bene a marzo.
Ho fatto la prima ecografia e sembra essere tutto ok, nel senso che per essere grande soli 5 centimetri il mio erede sembra avere tutte le carte in regola per entrare nella lista dei normodotati.
 
Ora aspetto i risultati delle analisi per sapere se affetto da trisomia del 21 e del 18 o meno.
 
Spero tanto che sia normale, sia fisicamente che mentalmente.
 
A detta della dottoressa che mi ha fatto l’ecografia dovrebbe essere femmina.
Io non mi sento nulla a riguardo.
 
So per certo che se sarà femmina ho il 50% di possibilità di mettere al mondo una strafiga genialoide da paura…Soprattutto se prende il colore dei capelli di Mario (nero corvino), la sua altezza, la sua sensibilità e il mio colore degli occhi\culo.
 
Sei invece prende il peggio di entrambi … Bhè allora avremmo creato una nanerottola con capelli crespi, ricci e castani, dagli occhi scuri e soggetta a forti sbalzi d’umore. Tendente al vittimismo, all’ipocondria e isterica.
 
Se sarà maschio invece per lui spero solo 2 cose da un punto di vista fisico:
 
1. l’altezza del padre.
2. e che abbia un pene come il padre.
 
Si perché se prima avvaloravo la teoria del “le dimensioni non contano, basta saperlo usare” da quando sto col mio attuale compagno mi sono resa conto che ” se le dimensioni ci sono e uno lo sa anche usare è molto, moooooolto meglio” e credo anche che se tutti gli uomini avessero il pene come quello del mio Mario al mondo non esisterebbero più le guerre.
 
Sarebbero tutti tranquilli, per niente complessati, ognuno accoppiato felicemente e nel tempo libero farebbero l’amore anziché pensare a decapitare il prossimo.
 
Sono quelli col pene piccolo ad avere l’amore per le armi, per la guerra e la violenza.
-..-.–.-.-.-.-.-.–.-.-.-.-.-.-.-.-.–.————————————————.-.-.-.-.-.-.-.-.-.–..–.-..-.-
 
Passando ad un argomento più “serioso” (delle dimensioni del pene) ho preso coscienza di una cosa di VITALE IMPORTANZA.
 
NON ESISTE UN VERO MOMENTO BUONO\GIUSTO per decidere di provare ad avere un figlio, soprattutto se uno aspetta di avere “una buona posizione economica, una casa di proprietà, un lavoro fisso etc…”
Uno un figlio dovrebbe farlo quando ha veramente voglia di farlo insieme alla persona che ama.
Poi al resto non dico che ci pensa la Provvidenza…ma le cose pian piano seguono il loro percorso e vanno come devono andare. 
 
Mi sono sganciata dalla logica del “lo faccio se sono certa di poterlo mantenere” tanto, con sti chiari di luna il lavoro oggi c’è e domani no…e quindi nulla è certo.
 
Al momento non lavoro, il mio compagno fa il suo e io cerco di aiutarlo e oggettivamente, essendo brava in matematica, so per certo che per far quadrare i conti nel nostro anomalo nucleo familiare dovremo darci tanto da fare e prepararci tanti sacrifici; ma nonostante la totale assenza di sicurezze economiche (alle quali solitamente tutti si aggrappano) sono tranquilla.
 
Avremo una vita spettacolare.
 
 
 
 
Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Lettere all'eroe solitario, Qualcosa di speciale e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Dolce (mica tanto) attesa

  1. francescagoti ha detto:

    Commento solo per dirti questo: sto seriamente pensando di stampare questo articolo e attaccarlo in camera. Geniale

  2. Elena ha detto:

    Auguriiiiii!!!!!

  3. tramedipensieri ha detto:

    In bocca a lupo per il futuro pupo\a: che sia sano, il resto è secondario 🙂

    un abbraccio
    .marta

  4. lamiacasetta ha detto:

    Cara, anzi Carissima Uroborus, sono ancora emozionato per quello che hai scritto. Non credevo ci si potesse emozionare per persone che non si conoscono direttamente, ma così è. Adesso capisco perché sei stata assente ultimamente! Avevi cose un po’ più importanti… Complimenti! Sono molto contento per te, anzi per voi; andrà tutto benissimo! Ti chiedo solo una cosa: non mollare il blog; fa davvero molto piacere leggere le tue storie, e, in più, sei anche brava. Adesso vado a piangere un poco. Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...