Insolita

Abbandoniamo tutte quelle storie
sui peccati e i dolori
Per dare forma al piacere
a quella strana voglia di vivere
sospesa ed insolita.?
onesta e insolita..?

Le Vibrazioni – Insolita
 
Non mi lamenterò del caldo 🙂
A me piace, lo amo…e non solo il caldo.
 
Dovevo andare in Austria ma alla fine ho preferito tenere la sala d’arte aperta e pranzare in famiglia.
Poi tra un po’ cederò alla tentazione del gelato di Jimmy (il migliore non solo di Muggia ma credo di tutta la provincia).
 
Si avvicina il Festival della canzone Muggesana 😀 Yeeeeeeeeee….sto anno portiamo una canzone sull’ammmmooooore 😀
 
Ma bando alle ciance, affronto un argomento serioso (nonostante il caldo oggi mi sento seria).
 
Mia nonna aveva un amante più vecchio di lei di 20 anni, lui era sposato, con famiglia e figli e si divideva tra lei e la sua famiglia ufficiale.
Mio nonno ovviamente se ne era andato tanti anni prima per la sua strada.
 
Morto sto suo convivente (che non ho mai conosciuto, fortunatamente non è vissuto abbastanza da vedermi venire al mondo) mi ricordo di “zio Attilio”.
Nei miei ricordi di bambina c’è sto signor Attilio, spacciatomi come zio, col quale ogni tanto andavamo a Peastum a prendere il gelato o in giro durante le vacanze estive.
Poi Attilio sparì e comparve il signor Cirillo…avevo 6 anni e mi fu presentato come “fidanzato della nonna”.
Poi ci sono tutte le sue storie romanzate che mi ha raccontanto, dico romanzate perché dopo la sua morte ho trovato le sue memorie, nella quale la realtà è un’altra, un po’ più cruda e meno rosa e fiori… sia su nonno Mario, su Pietro, sul benzinaio, sul pescivendolo e …su tanti che le correvano dietro.
 
Mi ricordo che mi diceva sempre “non ho mai fatto entrare nessuno nel mio letto!”.
non è una menzogna, sicuramente nel suo letto non avrò mai fatto entrare nessuno, avrà usato location diverse per divertirsi.
 
La dicotomia che regna nella mia famiglia è formidabile, da una parte nonna Ad. , tutta compunta, che ha avuto veramente un solo uomo, col quale ha fatto 5 figli, RIGOROSAMENTE TUTTI AL BUIO (come mi dice sempre) e che dopo la vedovanza si è consacrata alla Madonna e fa servizio di sorveglianza\preghiera al santuario dell’Avvocatella di Cava dei Tirreni.
Dall’altro nonna Anna, con la sua separazione (mai ufficializzata però), col suo ruolo di amante e poi i vari fidanzati.
 
Se non avesse avuto problemi di salute che l’hanno inchiodata a casa negli ultimi anni della sua vita sono certa che sarebbe andata a Uomini e Donne della Defilippi.
 
Quel che mi sorprende di lei è la dedizione al suo amante\ mezzo-convivente.
Ricordo che l’ultima volta che l’ho accompagnata al cimitero, anni fa e sinceramente non ricordo per quale pratica, anzicché andare a portare i fiori a quello che in definitiva è stato il padre dei suoi figli, lì portò al suo amante.
Per anni non mi sono mai riuscita a capire cosa la legasse in maniera così profonda a quel vecchio odiato da mia madre a dagli altri due miei zii.
 
Poi però ti ritrovi a parlare con altre persone, a confrontarti, ti ritrovi anche a vivere situazioni “insolite” e le tue opinioni un po’ si addolciscono, cambiano.
Sto diventando meno talebana 🙂
 
L’amore sicuramente non è quello dei film della Pilcher e spesso non c’è l’happy ending anche se a tutti piace crederci.
Non è univoco, ha varie forme e colori.
Non esiste la persona giusta con la quale passare tutta la vita, semplicemente ci si ritrova ad un punto della propria esistenza  in cui si sta bene con una persona e si prende la decisione di farsela andare bene per il resto della vita.
Si decide di far le persone serie, almeno ci si prova.
Poi la passione si spegne, le farfalle allo stomaco spariscono, l’innamoramento se ne va e ci si ritrova ad abituarsi alla presenza dell’altro e le cose sono due: o quella presenza diventa indispensabile come l’ossigeno oppure diventa tremendamente ingombrate…e quindi o si invecchia insieme o ci si lascia.
 
Poi però ci sono altre situazioni veramente ai limiti del normale, tipo quella di mia nonna: lui era più vecchio di lei, era sposato con figli da mantenere.
Non amava la moglie e incontrò mia nonna.
I due si innamorarono ma lui comunque decise di non lasciare la moglie pur continuando fino in punto di morte a stare insieme a mia nonna.
La moglie sapeva di mia nonna e si tenne le corna, da quel che ne so era casalinga e quindi credo non le convenisse lasciarlo, preferì  far buon viso a cattivo gioco e intascarsi la pensione.
Mia nonna sapeva che lui era sposato e non battè ciglio, le stava bene vivere come amante.
Lui tenne i piedi in due staffe tranquillamente per il resto della sua vita senza che nessuno lo abbia mai preso a calci in culo (ad eccezzione di mia madre che è stata molto probabilmente una concausa del infarto che lo ha portato sicuramente all’inferno – per faccende che ora non sto a scrivere 😀 ).
Quel che mi domando è: era lui succube di due donne o sono due donne ad esser state sue succubi?
 
…Qual è il sogno di ogni amante?
 
Forse quello di diventare una prima scelta.
 
Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Lettere all'eroe solitario, Qualcosa di speciale e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Insolita

  1. Henry Smart ha detto:

    L’ha ribloggato su Henry Smart.

  2. Pingback: Insolita | SalernoRSS

  3. ludmillarte ha detto:

    che bel post colmo di spunti di riflessione. c’è poi un passaggio che descrive in modo molto semplice e quasi matematico una visione di come va a finire o prosegue il rapporto di coppia consolidato. certo che, riguardo l’età, oggi le cose si sono ribaltate: gli uomini se le scelgono di vent’anni più giovani! 😉
    ciao, buona giornata. Ludmilla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...