Per me stessa.

Ieri sera ho guardato il film << 10 inverni >>, la trama mi è piaciuta insieme al fatto che è stato coinvolto Vinicio Capossela, tant’è che la colonna sonora del film è “Parla Piano”.
 
è un film che racconta di due ragazzi che si conoscono su un traghetto per Venezia nel 1999 e va avanti articolandosi sulla loro storia in 10 anni di tempo raccontando il loro rapporto d’amore\amicizia inverno dopo inverno.
Non male, merita di essere visto.
Penso verrà apprezzato soprattutto dalle donne… Ho costretto Totoro a guardarlo col risultato che mi ha detto:
 
<< 1 ora e 30 minuti della mia vita buttati nel cesso >>… Uff- com’è animale a volte.
 
Che dire…Sono giorni un po’ strani e in definitiva credo che la mia vita cambierà drasticamente nel corso di questo santo 2013 🙂
Tra un mese avrò 28 anni e sono felice perché il 27 mi stava antipatico come numero.
Non so ben di preciso cosa debba fare un ventottenne per il bene della società, o cosa si aspetta la società da un ventottenne.
…So per certo quello che non darò questo nel corso del 2013 alla società 🙂
Non scodellerò dei figli, non mi mariterò, non comprerò casa e non pagherò i contributi per la pensione. Non voglio niente da questo Stato che non mi rappresenta, di conseguenza non sto dando niente allo Stato.
 
In questo momento mi trovo al pc a scrivere una lettera di incoraggiamento a me stessa, ogni tanto ci vuole.
 
<< Cara Cerchidifumo,
è tempo di fare due chiacchiere.
Purtroppo tu e gli altri su una cosa non andrete mai d’accordo: sulla concezione del tempo.
…Qui tutti cercano di premere sul tuo accelleratore: “Quando farai quello, quando farai quest’altro..” etc…RESISTI e non ti azzardare a cedere alla schiavutù  dell’orologio al polso; ma veniamo a cose più importanti:  ricordati sempre, quando avrai voglia di normalizzarti, di quel momento in cui, con l’orecchio appoggiato sul suo cuore, avesti la certezza che la vita stava tutta lì e che poteva riassumesi in quei pochi attimi di piacere rubati al mondo e consumati lontano dagli occhi di tutti.
Sii quello che sei, sempre e comunque, anche se questo non accontenterà chi ti circonda; anche se sarebbe più facile recitare un ruolo.
Inoltre ricordati che appartieni a te stessa e non ci sarà mai nessuno che potrà dirti cosa devi o non devi fare, cosa puoi o non puoi, l’unico a cui devi una spiegazione è Dio.
Fai in modo di non rubare mai ossigeno a chi ti circonda con parole inutili o cattive.
Soprattutto cerca di concludere qualcosa di buono – ogni giorno.
…E quando hai un sogno o un desiderio e in molti dicono che non sia fattibile allora ricordati che vuol dire che sei sulla strada giusta per l’ottenimento.
I sogni non sono fatti per starsene nei cassetti, arriva la primavera, è tempo di far pulizie >>.
 
…Fra 10 inverni starò per compiere 38 anni 🙂
1. spero di arrivarci
2. spero che esista ancora il mondo e voi che mi leggete
3. spero di poter scrivere una lettera di congratulazioni a me stessa 🙂
 
 
Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Lettere all'eroe solitario, Qualcosa di speciale e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a Per me stessa.

  1. gregorybateson ha detto:

    intanto “congratulazioni” te lo scrivo io
    GB

  2. tramedipensieri ha detto:

    Spero non solo che tu possa scrivere la lettera…ma che sia allegra e piena di ricordi bellissimi!…per poi riscriverne ancora, e ancora……
    Di vita vissuta intensamente.

    buona giornata
    .marta

  3. Orso Chiacchierone ha detto:

    Posso copiare la tua lettera e inviarla al me stesso del futuro? 🙂

  4. melodiestonate ha detto:

    ma che bella età la tua……..ciao bella

  5. zebachetti ha detto:

    Eccoti qua… ti trovo riflessiva e molto saggia, hai scritto un post interessante, bello, ti auguro anche tra vent’anni e più di scriverti una bella lettera di congratulazioni. In bocca al lupo, ciao giovane amica

  6. E. ha detto:

    In procinto di toccare i 31, tra un mese pure io, concordo con te: essere se stessi, assaporare sempre ciò che la vita di buono offre, non cedere a “tu devi” di pseudoregole sociali, non arrendersi e dare sempre il meglio.
    Tra 10 anni sarò quasi a quota 41, che dire: voglio esserci! 😉

  7. Per il punto 2, una grattatina ci sta…

  8. johndscripts ha detto:

    Io invece voto per il cambiamento, in meglio, della mia persona e, come dici tu, “combinando almeno un qualcosa di buono al giorno”

    Kaizen Forever!

    A fra 10 anni allora?

    Un saluto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...