La battaglia dei fiori.

Ok, non è un periodo infausto…Semplicemente è un periodo in cui molte teste senza sale in zucca mi gravitano attorno.
Nuova tragicomica avventura.
 
Ieri sera concerto, andato benissimo (in replica il 6 gennaio 2013).
Prima del concerto ci siamo preparate e mi sono ritrovata a litigare con un’anziana di strette vedute.
Cos’è successo??? Una cavolata unica, che se lo scrivo forse non mi credete…
 
A cantare ieri sera eravamo in più cori; ogni coro solitamente ha un proprio abito di scena che lo identifica… I cori maschili ad esempio si diversificano dal colore della giacca, o perchè magari un gruppo indossa la cravatta e un altro il fiocco oppure un fiore di un determinato colore all’occhiello.
 
Il coro dove canto io fa parte di un’associazione  che oltre ad avere il CORO FEMMINILE FOLCKLORISTICO (del quale faccio parte), ha anche un coro lirico misto;  in pratica esistono due cori che non hanno nulla a che fare l’uno con l’altro.
Abbiamo maestri, repertori e costumi diversi (noi indossiamo quello tradizionale delle donne dei pescatori mentre quelle del lirico si mettono col classico completo “camicia bianca e giacca nera”).
 
Arrivo al punto: in principio gli accordi erano che ci saremmo vestite tutte di nero, sia lirico che folk in quanto “appartenenti della stessa associazione”, poi però il direttore di coro ed orchestra, un giorno prima dello spettacolo, ha detto a tutti i cori: “sarebbe bello che ogni coro indossasse un qualcosa di colore diverso per dare un po’ di colore, è più bello da vedere del classico nero, basterebbe anche che ogni coro portasse un fiore diverso all’occhiello…Quelli del coro sloveno ad esempio verranno con un fiore rosso all’occhiello…Vedete voi che fare”.
 
Quelle del lirico hanno iniziato a rompere le palle dicendo che ormai era troppo tardi e che saremmo dovute andare tutte vestite di nero ma noi del folk ce ne siamo sbattute altamente della loro opinione e il giorno del concerto ci siamo presentate in palco con una bellissima rosa bianca appuntata sul vestito (per staccare l’abito tutto nero).
 
Minchia non l’avessimo mai fatto.
Alcune vetuste anziane del lirico si sono incazzate come delle faine e hanno iniziato a sbraitare nei camerini – prima del concerto – che “ci siamo comportate male, che si era deciso di vestire tutto di nero etc…” additandoci come delle rivoltose traditrici.
 
Al che le palle mi sono girate…
1. ero in piedi da 2 ore sui tacchi (avevamo da poco finito le prove generali) e iniziavo ad entrare in sofferenza plantare
2. i camerini erano claustrofobici
3. mancavano 30 minuti alla prima
…E STE MATUSALEMME SI METTONO A ROMPEre A CAUSA DI UNA ROSA BIANCA?
 
Una vecchia era particolarmente infervorata e stava in corridoio a vomitare veleno contro di noi e il “nostro tradimento” (solo perché abbiamo deciso di diversificarci un po’).
Proprio in quel momento passavo io e anzicchè tirare dritto mi sono fermata e le ho detto:
 
“Ma signora, sta facendo tutto sto casino per un fiore?” con la mia tipica faccia da ” hai veramente stufato”.
 
Non l’avessi mai detto, questa ha iniziato ad aggredirmi dicendo: “signorina, il suo non è modo di porsi, io ci sono rimasta malissimo perchè avevamo detto tutto nero e ora voi ve ne venite fuori con sta rosa”.
 
E io: “Guardi, noi siamo 2 cori, diversi, apparteniamo alla stessa associazione ma non abbiamo nulla a che fare canoramente, quindi abbiamo deciso di differenziarci da voi. Questa rosa c’è stata gentilmente data da una donna del nostro coro e io la indosso e non intendo toglierla solo perchè a lei non sta bene, potevate organizzarvi anche voi come abbiamo fatto noi”.
 
A quel punto ho alzato i tacchi e sono andata via senza darle nemmeno l’opportunità di replicare.
 
Inutile dire che ormai è ostilità aperta…Fortuna che in un anno cantiamo insieme solo l’inno di mameli il 25 aprile e questo concerto è stato un evento eccezionale, non mi trovo bene a cantare con loro.
 
…Che poi chiamarle coro lirico è un furto; è il classico coro da chiesa, formato da donne attempante e dalla voce gracchiante… Trai due cori, quello più richiesto è il nostro (siamo andate fin in Montenegro a cantare!) mentre il loro è in via di estinzione.
In definitiva queste oltre ad essere in inferiorità numerica,oltre ad essersi presentate impreparate rispetto a noi si prendono pure il lusso di rompere le scatole a pochi minuti prima dell’ingresso in scena?
Stanno fuori di testa.
 
MA IL BELLO è CHE IL 6 SI REPLICA…BUAHAHHA A STO PUNTO MI PRESENTO CON UN VESTITO FLOREALE E POI VOGLIO VEDERE CHE MI DIRANNO!
 
Comunque i miei tacchi sono stati funzionali; sul palco c’erano le pedane disposte a scalinata cosicchè il mega coro si è disposto su 5 file\scalini. Io grazie alle mie scarpe  me ne sono rimasta in prima fila, giù dalla pedana e il muro di cotonature me lo sono lasciato alle spalle 😀 Olè!
 
PS: oggi sono andata alla giornata del volontariato della protezione civile a Pordenone, sono rientrata da poco… Questa avventura merita un altro post che vedrò di scrivere il prima possibile.
 
LA DOMANDA CHE VI PONGO PERò DOPO QUESTO BATTIBECCO AVUTO CON LA VECCHIA DEL LIRICO è:
 
MA VOI VI IMMAGINATE MAI DA ANZIANI??? E SE SI…Come vi vedete?
Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento, Musica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a La battaglia dei fiori.

  1. tramedipensieri ha detto:

    ahah ahaha ma come un fiore dovrebbe ingentilire gli animi!
    Io non mi ci vedo….chissà magari diventerò come questa vecchietta…o magari ancora più terribile!…

    Bel post!
    Ciao
    .marta

    PS: Sono contenta che le scarpe siano andate bene!

  2. cordialdo ha detto:

    Cara amica io non ho bisogno di immaginarmi, sono anziano ma, in molte occasioni, mi ritrovo ad essere molto più giovani di quelli che hanno la metà dei miei anni. Forse leggendo alcune cose che scrivo nel mio blog potresti azzardare di indovinare la mia età. Vuoi provarci?
    Ciao, un abbraccio. Osv

    • Cerchidifumo ha detto:

      Caro Osv, ci proverò comunque sai cosa ho notato?…Che alcune donne con la vecchiaia diventano veramente acide\ rancidiscono…E a me sta cosa terrorizza. Spero di non diventare anche io così. Gli uomini anziani che invece conosco in queste occasioni sono sempre molto affabili e gentili. Non se la prendono per niente e sono tanto pazienti…Sai spiegarmi perchè?

  3. gcanc ha detto:

    Non oso pensarci, tante volte mi trovo antipatico e brontolone anche a me stesso 🙂

  4. melodiestonate ha detto:

    IO? mi vedo una decrepita 😀 già adesso sono pieni di dolori…..non voglio pensarci……ho fatto anni fa volontariato in una casa x anziani……mi fanno tanta tenerezza…….notte cara…….Sara

  5. germogliare ha detto:

    Bellissima! scalza e con tanti vestiti a fiori 😉 i tacchi li tengo a portata di mano, non si sa mai…

  6. Orso Chiacchierone ha detto:

    Sarò un rompiscatole pazzesco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...