Priorità

Finalmente è arrivata l’estate.
Fervono i preparativi “pissicologgici” per i prossimi due eventi musicali ai quali dovrò partecipare e che entrambi cadono in concomitanza delle partite dell’Europeo.
Il 24 giugno ore 21.00 canto…E giocherà anche l’Italia.
Il 28 giugno idem…C’è la semifinale. Amen.
 
Totoro, che dovrebbe essere il mio primo sostenitore\fan preferisce seguire la partita dell’Italia.
Anzi meglio specificare, se la farà di corsa da Misano: già me lo immagino nel primo pomeriggio domenicale salutare i suoi “desmoamici” (va giù per il word Ducati week) e correre a manetta per arrivare in tempo a Trieste per sostenere la Nazionale dal salotto del nonno.
…Quindi ragionavo sulle mie priorità: se ho cose più importanti da fare, alla partita della Nazionale ci rinuncio senza molti problemi.
Fortunatamente in molti la pensano così, altrimenti si rischierebbe la paralisi della Nazione ogni volta che l’Italia gioca.
 
Il 24 giugno canto ad un concorso canoro, il festival della canzone muggesana (lo fanno quasi ogni estate), tant’è che canto con Dario e Dominique (gli stessi del Festival della canzone Triestina) un nuovo brano inedito scritto ed arrangiato da Dario appositamente per l’occasione e che è veramente un pezzo orecchiabile…Mettete che le altre canzoni fanno schifo (ma dubito) e vinciamo?!?!?
Totoro non sarà presente in un momento significativo della mia vita, in pratica ha deciso di non voler essere presente in un mio futuro ricordo.
 
Il succo del discorso è essenzialmente questo: il 24 canto e indipendentemente dalla vittoria o meno della canzone o dell’Italia o di entrambe, per me quella sera sarà un momento che ricorderò per il resto della mia esistenza e del quale lui ha deciso di non voler farà parte.
Mi immagino da vecchia, mentre narro ai miei figli\nipoti di “quella volta che partecipai al festival della canzone muggesana”: domanda tipica da nipote curioso—> “…e il nonno dov’era? Non compare in nessuna foto!”.
 
Risposta 1: “Eh, il nonno stava a casa a seguire la partita dell’Italia”.  (CHE TRISTEZZA).
 
Risposta 2: “Eh, il nonno lo conobbi quella sera, era tra il pubblico e venne a farmi i complimenti per come avevo cantato. All’epoca stavo con un altro ragazzo che però quella sera decise di non venire a sentirmi perchè preferiva seguire la Nazionale Italiana, essendo impegnata con lui, quando il nonno mi invitò a bere qualcosa gli dissi di no…”.
– “Povero nonno! Com’è riuscito a conquistarti allora?”.
 
…E a questo punto il discorso si interrompe perchè nella mia testa non riesco ad immaginare altro.
 
La vita è un susseguirsi di scelte, anche quelle più stupide ed ovvie sono determinanti, come quella di decidere di esserci o meno ad un concerto.
Non mi si può bidonare per una partita dell’Italia, lo trovo inconcepibile.
Secondo voi sono una talebana sentimentale?
Posso capire il suo non esserci a causa del Word Ducati Week (quello era stato programmato prima che sapessi del concerto)  però nonostante tutto mi aveva detto : “verrò su un po’ prima in modo da esserci”.
 
Poi succede che l’Italia vince (e mi fa piacere) ma che giochi la prossima partita lo stesso giorno e alla stessa ora del festival al quale partecipo e che lui dia priorità alla partita.
Gli uomini non capiscono che queste sono “quelle piccole cose” che toccano la sensibilità di una donna.
 
>>Stupida partita vs stupido festival<<
Tra due eventi “stupidi” bisognerebbe scegliere quello che causa meno conseguenze nocive no?
 
Dio, magari come pubblico ti farai un paio di maroni infiniti ad aspettare che sia il mio momento di cantare…Magari saremo in 4 gatti (visto che un sacco di gente non si schioderà da casa per seguire la partita) e probabilmente odierai il fatto di sentirti lì mentre potresti essere buttato sul divano a bere e bestemmiare col nonno però…C’è quel momento chiamato “dopoconcerto” al quale nessun uomo con un briciolo di arguzia vorrebbe mai rinunciare.
Quel momento in cui io sbuco d’improvviso da dietro il backstage, bella come una madonna e vengo a salutarti dicendoti “ancora 10 minuti e possiamo andare via…Tempo che saluto gli altri…”.
 
Io sono fedele (in questo momento della mia vita) quindi so che l’assenza o presenza di Totoro quella domenica sera non inficerà sul fatto che ho voglia di essergli fedele.
– Per me la fedeltà è semplicemente “una prova di volontà” (se hai la volontà di essere fedele lo sarai altrimenti no), però so anche che i rapporti col tempo si fratturano a causa di un susseguirsi di assenze non giustificabili e questa sarebbe la sua prima assenza non giustificabile.
 
<< Se puoi esserci per la partita non vedo perchè tu non possa esserci per me…>>, questa frase oltre a non fare una piega è quello che direbbe una qualsiasi donna, ma che io eviterò di vomitargli addosso in quanto non credo sia necessario fare discorsi del genere.
Mi  potrebbe rispondere con un: “ma la partita e il tuo concerto sono nello stesso momento e io non ho il dono dell’ubiquità” ; risposta lecita ma da autogol perchè alla fine io mi ritroverei a replicare: “allora vuol dire che dai più importanza alla partita che a me, cosa che io non farei mai nei tuoi riguardi”.
 
A quel punto conoscendomi lo manderei a fanculo, litigheremmo e mi rovinerei giorni che invece desidero passare in “grazia di Dio”.
 
Se devo necessariamente trovare una giustificazione per autoindorarmi la pillola amara posso raccontarmela così: “segue la partita con suo nonno, è una tradizione di famiglia, si gode il nonno finchè c’è etc.. etc… etc…”; questo rende il tutto più edulcorato, se non fosse per il fatto che il mio lato razionale annienta tale giustificazione sotto il peso di un bel: “si…Però tu sei la teorica madre dei suoi figli!” e quindi la presenza del nonno non mi basta come motivazione per giustificare la sua assenza.
 
Che dire, fa caldo, non ho voglia di pensare, c’è il lato cenerentola del cervello che ingenuamente inizia a farmi pensare: “Vedrai che invece quando salirai sul palco e guarderai il pubblico lui sarà in prima fila e per te sarà una bellissima sorpresa”.
 
Probabilmente invece noterò la sua assenza, mi dirò “che scema”, canterò, seguirò il resto del festival con gli amici di sempre e poi andrò a fare il dopoconcerto con loro 🙂
 
 
 
Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Lettere all'eroe solitario, Qualcosa di speciale e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Priorità

  1. dieciannifa ha detto:

    “Tra due eventi “stupidi” bisognerebbe scegliere quello che causa meno conseguenze nocive no?” Non bisognerebbe pensare alle conseguenze nocive. Ci saranno dei momenti in cui tu mancherai a qualche avvenimento a cui lui tiene particolarmente e che per te sarà stupido. Questo non dovrebbe mai essere un problema
    Non entro nelle tradizioni di famiglia ma come diceva Sting “se ami qualcuno lascialo libero” e aggiungo io se ti ama tornerà da te (anche se non in tempo per il dopoconcerto…)

    • Cerchidifumo ha detto:

      Il punto è che il mio carattere potrebbe diventare nocivo per lui 😀

      Per tamponare la situazione troverò qualche valida alternativa per riempire la sua assenza 🙂

      • dieciannifa ha detto:

        mmmhhh non ci credo 😉 da quello che penso di aver capito TOTORO è TOTORO e non ci sono alternative valide

  2. se fossero i mondiali, potrei capire bene un suo tentennamento, anche se mettendomi nei tuoi panni, mi ci incazzerei un po’ anch’io. ti registri la partita e te la guardi dopo, se vuoi.
    per gli europei dove, notoriamente, l’italia non fa bene da più e più lustri, direi che non dovrebbe nemmeno porsi il problema.
    ah, Cerchi cara, ci vuole tanta pazienza. io sarei tentata di dirti “lascia perdere, è solo un uomo, dai non è grave” ma poi penso “eh no cavolo, per te la tua serata è importante, non è andare a cantare al karaoke!!” e poi due serate su due è intollerabile. su una si può scendere a patti, ma su due no.
    cmq, tranquilla, l’italia esce presto, dai!

  3. Vorrei rispondere in maniera articolata.
    Ma dovresti aspettare la fine dell’Europeo. Ora non ho tempo !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...