Crepuscolo domenicale.

-ehi come ti senti?
– ho fame, vorrei un kebab.
-Ma Luca con tutto il vino che hai bevuto sei sicuro di non vomitare?
– No no, ho fame, ce la faccio.
 
Accosto l’auto, lui scende, insieme alla sorella e al fidanzato di lei ed entrano dal kebabbaro.
Li osservo mentre ordinano e pagano lo spuntino di mezzanotte.
Riaccendo il motore  e qualche istante dopo siamo a casa – finalmente.
Mangiano il kebub parlottando e affrontando i tipici discorsi che fanno le persone brille. Io invece mi metto a parlare con i genitori di Luca e iniziamo ad analizzare lo scontrino dell’osmizza (uno foglietto a quadretti sul quale sono appuntate le varie portate) per capire dei 240 euro pagati quanto è andato in vino e quanto in cibo: 
8 litri di vino rosso, 2 di vino bianco, acqua (di spina), 45 uova sode, pane e l’elenco di tutti i vari prosciutti, salami e formaggi affettati arrivati nei vari vassoi.  35 invitati…
Io sto cercando di seguire una dieta vegetariana e così ho mangiato solo un paio di uova sode, bevuto tanta acqua (dovendo guidare niente vino per me) e preso un po’ di pane e formaggio. A quelli che mi chiedevano “ma come mai non tocchi i salumi?” rispondevo “sto cercando di seguire una dieta vegetariana”.
“Ma il pesce lo mangi?”- mi ha chiesto una ragazza.
è così difficile spiegare ad un onnivoro che il pesce è carne e quindi no, non lo mangio (che poi nemmeno mi piace quindi non è una rinuncia) tant’è che ho evitato di spendermi in spiegazioni e le ho risposto “si”, risparmiandomi ulteriori domande alle quali non avevo voglia di rispondere.
 
Totoro termina il kebub e gli altri vanno via.
 
– Ehi, tu in letto con me in queste condizioni non ti ci metti, sei molto puzzoso! Fila in doccia 🙂
Spedisco Luca in doccia, nel frattempo apro la finestra, abbasso la tapparella, cambio le coperte del letto e la federa ai cuscini.
 
– ah dimenticavo! lavati anche i denti! Sono ancora viola di vino!
 
Mi infilo sotto le coperte e aspetto di vederlo sbucare da dietro la porta.
Si presenta in accappatoio.
– Allora? Va meglio dopo la doccia?
– Ho sete…
– Ci credo! Con tutto quel salame e prosciutto che hai mangiato…E uova sode e i litri di vino…Mi meraviglio come tu sia riuscito a mangiare anche un kebab!
Sicuro che non mi vomiti tutto addosso ora? Come la bambina dell’esorcista?
– No no, ma non ho bevuto molto, sono solo un po’ brillo.
– tra te e tuo nonno non so chi dei due era più “ulmo” comunque l’importante è che sia andato tutto per il meglio, ora fatti una dormita e domani sarai come nuovo.
 
Totoro si mette il pigiama e si distende la mio fianco, pochi minuti e ci addormentiamo.
Mi sveglia la luce della lampadina di camera sua.
– ehi? Che c’è? Stai bene?
– ho sete…
– bon dai, vai a bere 🙂
Si alza ed esce dalla stanza, do un’occhiata alla sveglia, sono le 4.35…
Riappare con una bottiglia d’acqua sulla soglia, l’appoggia per terra di lato al letto e si siede sulla sponda del letto.
– Dai Luca, vieni a dormire, oggi non devi andare a lavorare, sta sereno.
– Pensa che mi sveglio ogni giorno a quest’ora…
– Poverino, dai vieni qui, cerca di riprendere sonno.
– Sai che ti amo? E lo farò anche quando farai delle cazzate.
– Io fare cazzate? Stai scherzando vero? Qui fino a prova contraria tu mi batti di gran lunga.
– Mmm la mia bullshit macine! Sentiamo che cazzate ho fatto?
– Be, non ero io quella che ha ricevuto in regalo un costume da bagno e si è denudato in un luogo pubblico, davanti agli invitati e agli altri clienti facendo vedere il pacco a tutti!
– …ma avevo le mutande!!!
– Si, ma poi hai iniziato ad andare in giro a chiedere “mi fai il fiocchetto al costume?”.
– Ho fatto veramente questo? Non ricordo!
– …e io non ho fatto una piega, anche quando le pulzelle guardavano con occhi lussuriosi il tuo pacco…
– Ma alla fine qualcuno mi ha fatto il fiocchetto al costume?
– No..Purtroppo non sei stato abbastanza convincente e ti sei rivestito presto. Comunque tutti dicono che ti sei comportato bene e che l’anno scorso hai fatto di peggio, fortuna che io per il tuo scorso compleanno sono venuta giusto un’oretta e poi sono andata via…Probabilmente quando non eri ancora troppo ubriaco, altrimenti forse non mi saresti sembrato tanto carino ma ti avrei preso per un leso e basta 😀
– Dai, basta sparare cazzate. Vien qua, dammi un bacino.
– Non posso, odio i capelli biondo tinti.
– Che intendi?
– Che col tuo alito rischierei la decolorazione, puzzone del mio cuore…Sai di vino e cipolla.
– Uff …
– Scusami ma la mia bocca starà lontana dalla tua ancora per ancora qualche ora.
– Be … ciò non implica necessariamente che il resto del mio corpo debba starti lontano.
– Signor Totoro….la smetta di farmi proposte indecenti a quest’ora del mattino, anzi crepuscolare… Ora in cui le brave bambine dormono nel proprio letto e sono in fase rem.
Povero Shakespeare, si starà rivoltando nella tomba…
– Ma tu non sei una brava bambina e inoltre non sei nel tuo letto e poi che centra Shakespeare?
– Dolce è l’alba che illumina gli amanti… Come noterai il sole sta sorgendo…E tu anzicchè decantarmi dolci frasi come buongiorno puzzi di vino e mi fai proposte con fini copulativi.
– Vuoi sapere che è successo ieri sera mentre compravo il kebab?
– Cosa?
– Che il kebabbaro ha una fissa per gli indovinelli e ogni volta che vado me ne propone uno al quale io rispondo la volta successiva o anche subito se lo so, oggi mi ha chiesto: cos’è l’amore?
– E tu che hai risposto?
– Una puttanata. Buahahahahahhaha!
– Oh, Lucaaaa sei un mostro, basta, esci da questo letto! Non ci voglio più stare con te! 
– Ah ah ah…Dai, vien qua smettila di agitarti…Io amare te. Tanto. Abbracciami.
– No.
– Se la metti così…
 
Totoro con un movimento pari a quello di una ruspa mi si distende addosso di peso.
– Dai che non respiroooooo.
– Bacino.
– No.
– Io non mi sposto finchè non mi dai un bacino.
– Allora morirò sotto il peso del tuo amore…Dai Luca è l’alba o dormiamo o facciamo l’amore e poi dormiamo a te la scelta.
– Ah e poi sono io quello che fa proposte indecenti?!?!
– Stupido, aiutami a togliere il tuo costume di dosso va che sto morendo dal caldo 🙂
 
 
 
 
 
 
 
Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Lettere all'eroe solitario, Qualcosa di speciale e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Crepuscolo domenicale.

  1. Orso Chiacchierone ha detto:

    Mi hai fatto venire voglia di… un kebab! 😛
    I vostri dialoghi mi fanno morire!

  2. zebachetti ha detto:

    ti ho perso di vista un pochettino e ti ritrovo sempre più innamorata che mai brava! un abbraccio cerchietto ps la prossima volta dì a Luca di non mangiarsi tutti i salumi senza farmeli provare .

  3. elisir ha detto:

    “Totoro si mette il pigiama e si distende la mio fianco, pochi minuti e ci addormentiamo.
    Mi sveglia la luce della lampadina di camera sua.”
    Sei brava!

  4. elisir ha detto:

    A scrivere, hai fantasia, inventiva, coraggio, una certa sana spregiudicatezza
    Quanto al periodo riportato, credo di non aver capito questo: se Totoro dorme al tuo fianco, cosa vuol dire ” mi sveglia la luce della di lui camera”. Non era in camera tua? Con te?
    Comunque no problem.

    • Cerchidifumo ha detto:

      ah, ero a casa sua,dormiva al mio fianco e ad un tratto si è alzato stile morto vivente e ha acceso la luce della camera, svegliandomi 😀

      • elisir ha detto:

        Abbiamo trattato un tema che richiedeva profondità di pensiero e di analisi. Ne sono felice.
        Ti dedico una nota del mio piano: Il LA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...