1 Maggio, Trieste liberata!

Da un punto di visto storico Trieste è stata liberata l’1 maggio 1945…La guerra per noi non finì il 25 🙂
Vabbè, tralasciando la storia, mi sto accingendo ad uscire di casa in modalità “profuga”, ovvero vestita in pigiama per andare a svegliare Totoro.
Oggi dovremmo andare a fare un pick nick veloce e io non gli ho fatto gli arancini ^_^ Come d’altronde? Non ho avuto il tempo nemmeno per me stessa in questi giorni.
Dovrà accontentarsi di tramezzini et similia.
Il tempo è splendido e l’orario del bus è ridottissimo…Sto ancora un po’ in fase comatosa e devo trovare la forza per trascinarmi in stazione.
Appena sveglia ho fatto la prova “tasselli mosaico” e sembra tutto combaciare alla perfezione. Ho scelto anche la colla siliconica, nell’indecisione farò una miscela di colla della saratoga+ millechiodi+ uhu.
 
Tra l’altro vorrei cucire una pettorina per il mio coniglio e portarlo ogni tanto col guinzaglietto a fare un giretto nei prati dell’altopiano carsico 🙂 Così si svaga e non gira solo tra casa e giardino 😀
 
Bon scappo avanti.
Buon primo Maggio a tutti!
Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento. Contrassegna il permalink.

4 risposte a 1 Maggio, Trieste liberata!

  1. buon 1° maggio!
    i miei piani sarebbero stati: sveglia presto, preparazione torte, osmiza (che però si trasformava in prato sul Carso ma un’amica ha la fobia delle zecche che ultimamente stanno attaccando tanto -ergo, vaccina il tuo coniglio o dagli qualsiasi cosa di forte per le zecche e stacci comunque attenta perché colpiscono comunque: esperienza con chihuaua di un’amica-), guarnizione torte.
    la realtà è / stata e sarà: tour notturno per casa, alzata tardi, colazione, sistemazione cucina, preparazione torte, probabilmente giappo (quello col rullo, all you can eat), guarnizione torte.
    unico dettaglio: ho lasciato l’acquisto di uova, fragole, cose fresche, a ieri sera dopo lavoro. arrivo in Despar: niente fragole. non ci potevo credere. ho vagato per tutto il supermercato sperando di trovarle nel posto sbagliato (illusa), faccio il resto della spesa, esco carica come un mulo per andare a vedere dal fruttivendolo: chiuso. torna indietro al Despar, implora la tizia del bancone di poter lasciar lì le borse della spesa, rifai il giro tirando su tutte le confezioni di lamponi (mi ci sono avvoltoiata sopra, ci mancava poco che dicessi “il mio tessssssssssoro”), cerca la marmellata di lamponi (solo al Despar esiste di una marca sola, superbiologica e dal valore di un dente del giudizio??), torna in cassa e poi a casa.
    delusione atrocissima.

    • Cerchidifumo ha detto:

      Ma le torte per chi sono?

      Al giappo col rullo vuole portarmici anche Totoro, però non è che vada così pazza per il cibo giapponese, merita?

      • torte per i colleghi (peraltro quella alla panna… vabbè, racconterò nel prossimo post!)
        il giappo col rullo secondo me merita perché così assaggi di tutto un pochino e per un prezzo onesto.
        poi, il migliore a trieste secondo me è il wasabi, vicino alla stazione.
        🙂

  2. zebachetti ha detto:

    vederti con il coniglio al guinzaglio sarebbe uno spettacolo ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...