Le Cose – nozioni alternative di scienze della vita.

Molti uomini ignorano il mondo della donna mestruata oppure hanno paura di domandare.
Altre volte se anche domandano non ricevono mai informazioni chiare da parte della donna riguardo all’argomento “ciclo”.
Le stesse donne si vergognano a parlarne e le uniche cose che spesso riescono a dire ai propri compagni è la frase: “oggi ho le mie cose”.
Frase che viene decodificata dal cervello maschile in un “oggi non me la faccio, che peccato, ma almeno non è incinta!” con successivo sospiro di sollievo.
Io odio il termine “cose”, mi piace chiamarle col loro nome: MESTRUAZIONI.
L’unica cosa che i più sanno a riguardo è che in quei giorni “le femmine diventano intrattabili o lamentose o isteriche” e soprattutto le % di accoppiamento si diminuiscono drasticamente del 90%.
Molti non sanno da dove provenga il sangue, nel corso degli anni ho sentito teorie più disparate:
da una rottura interna di uova (un mio amico era convinto che l’ovulo si rompesse facendo uscire tutto quel sangue) alla rottura di un vaso sanguineo, dalla presenza di una sorta di piaga interna che sanguina copiosamente come le estimmate di un santo solo in particolari giorni all’ipotesi che forse le mestruazioni sono una leggenda metropolitana delle donne per non accoppiarsi.
 
Il sangue mestruale proviene dalla parete interna dell’utero chiamato endometrio.
In pratica per chi non sa niente di anatomia, la donna dentro di se ha un organo cavo a forma di pera rovesciata chiamato utero.
Possiamo definirlo impropriamente lcome la “continuazione della vagina” perchè il suo ingresso detto “collo dell’utero” lo si incontra quando finisce il corridoio vaginale.
 
NB: il pene non entra dentro l’utero, si ferma fuori, al suo ingresso.
In pratica immaginatevi la vagina come un tunnel che termina con un muro avente un buco nel quale voi non riuscite ad entrare perchè troppo grossi.
L’unica cosa che la natura ha progettato per far entrare dentro l’utero sono gli spermatozoi e dei virus, le uniche cose che escono dall’utero sono i bambini, la placenta e le mestruazioni con l’ovulo non fecondato 🙂
(La spirale e lo IUD non sono cose progettate dalla natura ma artifizi umani – direi anche alquanto trogloditi- per evitare la fecondazione e quindi non posso metterli nell’elenco di cosa è stato progettato da madre natura).
 
Ma tornando alla faccenda sangue, in pratica il corpo della donna ogni mese si prepara per “essere ingravidato”.
Nella speranza che gli spermatozoi maschili facciano correttamente il loro lavoro, il corpo della donna si prepara all’evento. Come?
Fa si che il suo endometrio (che è una mucosa che riveste la parete interna dell’utero) diventi figo e pronto ad accogliere l’ovulo fecondato.
 
Facciamo un salto indietro, in caso di fecondazione, quando lo spermatozoo o gli spermatozoi entrano nell’ovulo (questo incontro avviene solitamente in una delle due tube di falloppio – che sono due “braccia” o “corna” poste ai lati alti dell’utero), questo (l’ovulo fecondato detto zigote) esce dalla tuba entra nell’utero e si “aggancia\ ancora” ad esso.
L’endometrio quindi si prepara anticipatamente per permettere l’ancoraggio dello zigote.
Fate finta che ovulo fecondato sia un arrampicatore, in pratica l’endometrio ogni mese prepara appositamente una parete piena di “sporgenze” alla quale l’ovulo fecondato può aggrapparsi.
 Avvenuto l’aggancio\ancoraggio poi la gravidanza procede come al solito (ma questa è un’altra lezione).
 
Ogni mese l’endometrio della donna fertile si prepara ad accogliere ed agganciare l’ipotetico zigote.
 
Quindi cosa succede in pratica? La donna ovula sotto spinta ormonale (ovvero un ovulo viene pescato dall’ovario da una delle due tube di falloppio che lavorano in modo alternato, un mese pesca la  tuba di destra dall’ovario destro e un mese la sinistra dall’ovario sinistro). Gli stessi ormoni che fanno avvenire la “magica pesca” avvisano anche l’utero dicendogli “ehi, guarda che stiamo avviando l’ovulazione” e così l’utero, sotto spinta ormonale, si prepara per il teorico e prossimo ancoraggio dello zigote e aspetta…
 
Se entro tot giorni (quelli di fecondità) non c’è l’inseminazione, l’endometrio dell’utero si stufa di aspettare e si sfalda.
Dallo sfaldamento di questa mucosa interna trovano origine le mestruazioni.
Questo succede circa una volta al mese solitamente in caso di mancata fecondazione.
L’endometrio essendo una mucosa si rigenera e quindi finita la mestruazione, rifà nuovamente la stessa cosa: si riprepara per l’aggancio e si risfalda qualora la donna non resta incinta e continua così fino alla menopausa.
In caso di gravidanza il “prepara e distruggi endometriale” va in stand-bye e riprende una volta che il feto è stato espulso.
Ecco quindi svelato il perchè “quando una donna resta piena” non ha le mestruazioni..Semplicemente perchè l’endometrio non si sfalda in quanto è stato utilizzato per ancorare lo zigote etc..:D
 
Metto un video che però non è molto corretto ma almeno fa capire da dove arriva il sangue…Realmente solo l’ovulo fecondato si aggancia alla parete dell’endometrio; l’ovulo del video non ha incontrato nessun spermatozoo quindi non è stato fecondato. In questo caso l’animazione doveva essere un po’ diversa, ovvero che l’ovulo aspettava parcheggiato nella tuba di falloppio  e poi non essendo stato fecondato doveva compiere un atto suicida tuffandosi nell’utero che nel frattempo ha iniziato a sfaldarsi e senza aggrapparsi da nessuna parte.
Ma vabbè… SOno quelle “sfumature” che fanno storcere il naso solo agli addetti al settore.
 
 
Con questo spero di aver spiegato decentemente e senza paroloni difficili da “dove hanno origine le mestuazioni”.
 
Domani la seconda lezione nella quale tratterò ” a cosa servono i salva slip” e sul come il muco cervicale impedisca o faciliti la navigazione degli spermatozoi verso l’ovulo (e quindi sul come una donna possa capire quando sta ovulando oppure no ed evitare le gravidanze indesiderate).
 
Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento, Qualcosa di speciale e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Le Cose – nozioni alternative di scienze della vita.

  1. E. ha detto:

    Fantastico, ottima spiegazione! Può essere la volta buona che questo mondo misterioso diventi un po’ più chiaro…
    Sono d’accordo con te: odio gli eufemismi (“le mie cose”, “quei giorni”…), li trovo “maschilisti” e retrogradi; hanno un nome, mestruazioni, diciamolo forte e chiaro, mica è reato! 😉

  2. elisir ha detto:

    Brava, simpatica Cerchidifumo.Speriamo che le persone imparino a conoscere se stesse.
    Cordialità

    • Cerchidifumo ha detto:

      Già, spero che le donne inizino ad avere maggior consapevolezza del proprio corpo 😀 E che gli uomini imparino a venerare il corpo delle donne come un prete venera l’ostia sull’altare 🙂

  3. gcanc ha detto:

    Accipicchia, che bella lezione, chiara ed esaustiva! Ci da la misura di come noi uomini siamo più semplici, mentre voi donne complesse e complicate, con tutto quello che consegue nel bene e nel male 🙂

  4. Maristella ha detto:

    brava ragazza!!!!..esaustiva e ..divertente.. as usual..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...