In una botta sola.

Non so bene da dove cominciare…Quando succedono tantissime cose nel giro di poco tempo capita che non hai il tempo di metabolizzare…Credo di aver fatto una grande indigestione.

Allora fanculo i pensieri, uno alla volta li stendo come pezze al sole.
Sgomberata la mente l’unica cosa che resta è il cuore.
Il mio centro.
Come sto? Ne male ne bene, tipicamente mio.
Ora sto male, altrimenti non scriverei, c’è quella sensazione di malessere che ti sbatte in mezzo al petto e ho l’impressione che una mano invisibile si diletti a spremermi il cuore e ad ogni stretta scendono lacrime.
Che palle…
Dall’altra però so bene che quando avrò finito di scrivere starò bene.
 
La causa del malessere è un insieme di concause che sommate hanno creato una miscela esplosiva in me ed era ovvio che alla fine avrei passato il punto di non ritorno.
 
Ora decisamente non torno più indietro.
 
Capita di incontrare una persona in un momento decisamente sbagliato della propria vita…
I miei momenti sbagliati in pratica sono “i miei passaggi di transizione”, quelle fasi della vita nella quale affronto dei forti cambiamenti con abbastanza consapevolezza.
Sono una benedizione, ma li definisco sbagliati perchè è il mio modo di fare che diventa sbagliato.
La mia aggressività galoppa alle stelle, il nervosismo anche perchè c’è la mia parte vecchia che non vorrebbe morire e fa a cazzotti con “quella che sta nascendo”.
Così in questo tripudio di contraddizioni c’è sempre qualcuno che finisce sotto ingiustamente.
Per quanto cerchi di essere lucida e di non prendermela con nessuno, finisco sempre per maltrattare qualcuno verbalmente o per diventare insopportabile.
Niente di tragico se fosse qualcuno che se lo merita (il mondo è pieno di stronzi) sta volta però ho fatto una vittima a me cara.
La vittima in questione difendendosi mi ha ferito ancora di più di quel che ho fatto io facendo svegliare il mio lato guerriero; se uno mi dice qualcosa che mi ferisce finisco per rispondere col “carico da mille”.
 
In pratica in una partita al “giochiamo a fare gli stronzi” quella che vince sono sempre io.
Almeno però ho il buon gusto di non iniziare.
 
Sta volta una cazzata è stata la scintilla che ha distrutto un rapporto al quale io tenevo perchè “ci tengo alla persona con cui lo stavo intrecciando”.
 
Il punto è però che dentro di me so bene che era un rapporto iniquo…Non era centrato dominavo io, cosa normale quando affronto un periodo di cambiamento, tutti i lati del mio carattere diventano spigolosi.
Quindi sono felice che sia andato in cenere perchè è iniziato proprio col piede sbagliato, nel momento sbagliato etc…Ma nonostante tutto “siamo stati veramente bene” finchè lui è durato 😀 (quindi sto male perchè mi manca lui come persona).
 
Una persona saggia potrebbe dirmi: vabbè dov’è il problema? Fate la pace.
Non si può perchè non abbiamo nemmeno litigato :S
In pratica lui ha deciso di fare il figo e dimostrarsi che senza di me sta bene e io lo assecondo…Vivo questa sua scelta come un “periodo di disintossicazione”.
Se ero un’altra sarei potuta andare a cercarlo, ma ho molto rispetto per le decisioni altrui, anche se poi mi fanno star maluccio come in sto caso.
…Quel che non sa è che il mondo è piccolo e prima o poi ci si rincontra sempre, soprattutto una situazione come la nostra che è rimasta “in sospeso” Dio, il destino o il caso stesso non permette mai che resti così.
Nel nostro caso poi è dannatamente in sospeso…Quindi mi domando cosa farà quando per strada casualmente mi incrocerà?
Non vorrei essere il suo cuore in quel momento, perchè se il mio ogni tanto si strizza il suo esploderà e tutto quello che ha deciso di negarsi risbucherà fuori moltiplicato.
Può anche essere di no sia chiaro però qualcosa mi dice che ci sono più probabilità che vada nel modo 1.
 
Io credo nei momenti giusti e so bene che tutto ciò avverrà, me lo sento.
Infatti lo sto scrivendo, cosicchè quando arriverà quel momento, probabilmente tra mesi andrò a rileggere con lui ste righe e per farmi un po’ detestare gli dirò: “hai visto che avevo ragione”?
 
 
Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Lettere all'eroe solitario, Qualcosa di speciale. Contrassegna il permalink.

9 risposte a In una botta sola.

  1. E mo’ che hai scritto… stai meglio ?

    Secondo me sei ancora nel pieno della tempesta.

    Aspetterò che il cielo torni sereno.

    Nel frattempo ti lascio un saluto.

    Se poi ti servisse un saggio jedi quasi neutrale con cui parlare, ne conosco uno…

  2. Pensierodud ha detto:

    Dici che il rapporto era iniquo perchè dominavi tu. Sei pronta a delegare il 50% del potere di coppia? Perchè quando accadrà, allora apparirà il tuo angelo.
    Ciao cara
    D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...