SSC: SICURO, SANO, CONSENSUALE.

Bambini non leggete o lo dico a vostra madre.

 
A volte quando sono in tensione o ansia a causa di un esame, colloquio, discorso serio da fare ad una persona mi ricordo che anche quello con cui devo correlazionarmi ha una vita sessuale.
Allora cerco di immaginarmelo a svolgere pratiche sessuali completamente distanti da quello che mi ispira la sua faccia.
Così il vecchio professore maschilista si trasfrorma in uno slave al quale piace vestirsi da donna per essere legato, fustigato e umiliato.
La tizia del colloquio magari è una con la fissa per il latex e che a letto usa  scarpe col tacco chilometrico, me la vedo bene a dare ordini tipo “lecca i tacchi delle mie scarpe” al marito succube.
In questo modo l’ansia e la tensione spariscono e affronto con realtiva tranquillità qualsiasi persona e situazione.
Tutti mangiamo, dormiamo, andiamo al WC, beviamo e arrivati ad una certa età iniziamo a fare sesso; quando vedo una persona che si crede decisamente migliore di tutto e tutti me la immagino alle prese con un clistere e anche la più divina al mondo diventa un comune mortale.
è per questo motivo che la gente non mi mette in soggezione perchè mi ricordo che tutti abbiamo gli stessi bisogni biologici.
Per lo stesso motivo non mi affascina mai nessuno, una donna  o un uomo per quanto alone di magnificenza possano emanare, nella mia mente finiscono sempre per essere ridimensionati in base al modo in cui immagino la loro vita sessuale.
SE è DONNA può essere:
1. la mucca—> donna indipendente, che parla apertamente delle proprie attività sessuali e che cambia uomo con la stessa frequenza con cui cambia mutande. Solitamente mucche sono quelle dai 30 in su, con molta esperienza sessuale alle spalle, senza figli, al massimo con un matrimonio fallito alle spalle e che spesso fanno l’errore micidiale di innamorarsi di uno più giovane (che le fregherà al 99,9%) o comunque di uno stronzo.
Sono quelle classiche donne che dicono “sono già stata sposata\fidanzata è andata male e ora voglio solo divertirmi” e poi dopo un po’ di tempo ci ricadono come belle broccole innamorandosi di uno peggiore rispetto al precedente.
Una donna mucca si riconosce a miglia di distanza, lo si capisce da come si muove, come si atteggia, come parla, come si veste…Ha un fisico passabile ma sul quale si leggono i segni del decadimento (che cerca inutilmente di nascondere).
Sta seduta  fumando la sua sigaretta (smetti che fa male), bevendosi una birra e osservando con le gambe accavallate il mondo che le circonda. Mi mette un po’ di tristezza perchè  quando trova un uomo del quale s’innamora finisce per prenderla sempre “a quel posto” in tutti i sensi.
Lui la userà non solo per il sesso ma anche per i soldi (e la cornifica alla grande senza che lei se ne accorga).
Per questo le chiamo mucche—> una mucca è usata per essere montata, per farci il latte e tiene anche le corna senza lametarsi.
Sono donne pronte a tutto, anche a fare o subire la più turpe pratica sessuale pur di tenersi quello straccetto di uomo del quale sono innamorate (e che vale meno del loro sputo).
è l’amante per antonomasia, quella che sa starsene al suo posto senza pretendere che lui molli la moglie ma che spera che sia lui a farlo da solo (ah ah ah).
MUCCHE DI TUTTO IL MONDO REAGITE E RIBELLATEVI; meglio sole che male accompagnate.
2. la santa—> donna che resta illibata per scelta di vita fino al matrimonio, che si sposa, che prolifica e porta avanti una vita dai mamma-moglie-donna con molto equilibrio.
Se il matrimonio fallisce, non si mette più nessun coglione al proprio fianco e vive per i figli. L’unico neo è che spesso la santa non vive il sesso come un piacere ma lo sente come un obbligo.
Per lei il BDSM è una nuova malattia tropicale.
Sono donne che da un punto di vista sessuale sono rimaste al medioevo, l’unica posizione permessa è quella del missionario e che dicono no a tutto il resto (poi quando il marito le pianta o le cornifica si domandano perchè…).
Non sarà mai l’amante di nessuno, a meno che non decida di stravolgere la propria esistenza.
3. la normale—> 80% della popolazione femmiile. Oscilla tra periodi di castità e periodi di rapporto serio con un solo uomo al quale segue, in caso di rottura, o un altro perido di castità o un periodo da donna mucca. Fin quando non arriva quello giusto e diventa mezza santa.
Mia nonna dice sempre “quando la fessa si stanca anche la femmina si fa santa” (grande nonna!).
Da un punto di vista sessuale ha dei limiti correlati alla propria moralità.
Niente club per scambisti, niente rapporti a 3, niente robe strane.
Può vestire il ruolo dell’amante per un periodo di tempo relativamente breve perchè poi diventa assillante. Le classica donna che alla fine racconta tutto alla moglie del fedigrafo o che combina comunque qualche casino attraverso il quale si saprà che c’è un tradimento in corso.
4. l’inimmaginabile—> Donna che all’apparenza sembra una santa o una normale e che invece in reatà è una sorta di dottor Jakyll e mister Hyde.
Con l’inimmaginabile non ci sono mezze misure e non le concede.
Ha determinate regole di vita alle quali resta fedele, i cosiddetti PALETTI; quando un uomo cerca di oltrepassare lo fa a suo rischio e pericolo (il sedere è il suo).
Ad esempio io ho le mie di regole e porto avanti il gioco a modo mio, quelli a cui non sta bene sono liberi di andarsene ma poi non sono più bene accetti.
Per me nel sesso non ci sono limiti ed è giusto che non ce ne siano, l’importante è restare nell’ambito della LEGALITà e che la salute non venga compromessa in modo permanente.
Non ho parafilie ma accetto quelle altrui ad eccezione della pedofilia, della zoofilia, della necrofilia e di quelli che vanno alla ricerca delle malattie, mutilazioni o dei diversamente abili.
Se poi ad un uomo piace farlo stando legato ad un albero e con un ramo infilato nel deretano la dendrofilia è tutta sia, contento lui…
Non mi scandalizza niente, credo sia questione di carattere.
Ricordo la prima autopsia alla quale ho assistito, l’unica cosa che in un primo momento mi ha dato fastidio fu l’odore del grasso umano, ricorda quello del petto di pollo lasciato fuori dal frigo per qualche ora, il resto lo trovai tremendamente affascinante. Sta vecchietta aperta e svuotata di tutto, ogni organo sezionato, che figata assurda.
L’odore e la vista del sangue non mi fa senso, come potrebbe? Sono una donna e di sangue ne perderò fino alla menopausa.
Sono di quelle che se si fa un prelievo guarda con indifferenza l’ago che penetra la pelle, o che se ha una vescica la buca da sola. Non mi fa schifo niente di quello che abbia a che fare col corpo umano.
(Sarei stata un bravo chirurgo se avessi avuto la voglia di salvare le persone; ma conoscendomi certe le avrei ammazzate io stessa di proposito – tipo se mi si presenta un pedofilo… Lo apro, gli lascio il cuore a guardare il cielo, aspetto che passi l’anestesia e poi gli do gli strumenti e gli dico “RICUCITI DA SOLO” bauhahahahah). Ebbene si, sono tendenzialmente sadica (dovrei collaborare con qualche regista di film horror\spaltter).
Non mi piace far male alle persone, ma se uno mi chiede “fammi male” non mi tiro indietro.
Nel gergo BDSM le inimmaginabili ricoprono il ruolo della Mistress.
Sta di fatto che alla maggior parte degli uomini non piace essere dominati ma al contrario cercano una che si faccia dominare.
Una Mistress non può essere dominata e per quel che mi riguarda, quelli che le altre donne considerano UOMINI VERI, per me non sono altro che delle femminucce con un clitoride più grande del mio, presi da deliri d’onnipotenza e affetti da fallocentrismo.
Il loro massimo del piacere è riuscire a venire dentro ad una donna e il resto passa in secondo piano; comportamento da vera bestiolina ammaestrata.
Oppure ci sono quelli che invece si preoccupano veramente di dar in primo luogo piacere alla propria donna (una misera %)… Onore e gloria a questi pochi che spesso devono sudare 7 camice perché si ritrovano ad avere a che fare con una partner che non comunica perché si vergogna.
Voglio dare un aiuto a voi, poveri crociati dell’amor carnale: se state con una donna tremendamente frigida e inibita, che diventa rossa anche solo a pronunciare le parole pene, vagina e similari, per capire quello che le piace non dovete fare altro che andare per “prove ed errori”.
La prendete e le dite: “oggi proviamo questo se ti va” e sperimentate, tanto non c’è via di scampo le possibilità di orgasmo per una donna sono 3, tutto sta è capire se a lei piacciono tutti e 3 i modi singolarmente,  o solo 1-2 di questi…O magari tutti e 3 insieme.
Voi mi direte “ma il pene è solo 1”; certo, ma le mani sono 2 e poi oltre alle mani in commercio ci sono un sacco di aggeggi (poi col tempo i più navigati per non morir di noia passano direttamente ai triangolamenti).
Il punto cruciale è riuscire a trovarlo un uomo che sia veramente intenzionato a dedicarsi anima e corpo ad una sola donna e a volerla soddisfare a 360° per tutta la vita.
La mia opinione è che sono quasi tutti maghi delle sveltine, pronti anche a supplicare per avere un rapporto con la bocca di una donna e tendenzialmente egoisti\traditori. Un branco di smidollati buoni solo a pretendere.
Ecco perché generalmente tratto con le pinze quelli del sesso opposto ed alcuni adoro vederli in ginocchio.
Certi sono peggio di un prurito intimo è per questo che ringrazio Dio di avermi fatto donna e di avermi messo nella condizione di piacere; così posso maltrattare gli stronzi e negarmi a chi non merita.
Se poi c’è qualcuno che considero veramente ok (1 su 1 milione), stabilisco io fino a che punto spingermi.
Della serie “hai voglia di supplicare, se io non ho voglia da me non otterrai niente”.
Quando non mi correranno più dietro, chi se ne frega, la presenza o meno di un uomo non è vincolante per l’ottenimento del piacere…Produco più endorfine mangiando del cioccolato che stando con un xy.
GLI UOMINI SONO CONVINTI CHE SE UNA DONNA AMA PER LUI DEBBA FARE QUALSIASI COSA, ci fosse uno che avesse capito che AMORE è ANCHE RINUNCIA e che a letto non si può solo pretendere.
Tu uomo se la ami dovresti essere in grado di rinunciare al suo corpo quando lei non ha voglia di sesso\amore, così evitiamo di prenderci per il culo con la storia del mal di testa o delle mestruazioni che magicamente compaiono 1 volta a settimana!
LE DONNE A RINUNCIARE o a donarsi completamente SONO BRAVISSIME, gli uomini invece a letto difficilmente sanno mettere da parte il loro piacere, la loro smania di venire.
Se uno si ferma a riflettere, l’anatomia umana è sempre quella, uomo o donna, tutt’al più ci sono i trans; ma alla fine l’atto sessuale è sempre quello: un buco che riceve qualcosa.
Questa è la mia visione del sesso; non c’è niente di romantico, niente di dolce.
A me fanno quasi ridere quelle che lo vivono come un qualcosa d’idilliaco, con le candele, i fiori e le essenza profumate – stronzate.
Il sesso ha un suo odore specifico, è peccato coprirlo, inoltre agli uomini in generale non interessa il luogo, il contesto, a loro basta raggiungere la meta.
Poi per carità ci sono anche quelli più sensibili che apprezzano anche il contorno o quelli che sono talmente inibiti che se non stanno su un letto non fanno niente (che noiosi).
Tema per casa “riassumi il sesso a parole tue”.
Svolgimento:  le donne sono dei buchi e gli uomini dei vermi che cercano di infilarcisi dentro. Inoltre ci sono vermi a cui piace infilarsi nei buchi degli altri vermi, buchi femminili che non amano i vermi e preferiscono gli altri buchi femminili e persone che non fanno distinzione tra buchi e vermi.
Secondo me una persona per definirsi COMPLETA, per prima cosa deve sperimentare e capire la differenza tra SESSO E AMORE.
Se una donna non è in grado di fare sesso senza amore non potrà mai definirsi tale.
Agli uomini invece riesce benissimo.
Le domande che spesso mi pongo guardando le mie amiche\conoscenti è:
perché le donne, qualsiasi cosa facciano, devono metterci di mezzo sempre i sentimenti (che finiscono per distorcere la realtà dei fatti e delle cose)?
Chi non si è innamorata, dopo quello che in realtà era solo un rapporto sessuale, alzi la mano (io no, perché devo avere qualche strana anomalia celebrale che mi porta a ragionare più da uomo per certi aspetti).
Alcune donne dopo la fantomatica chiavata sono convinte che sia amore e aspettano la famigerata telefonata di lui. Perché è cosi difficile capire che lui non si farà vivo se non quando non sentirà nuovamente il bisogno di accoppiarsi? Quindi circa dopo una settimana (se lavora ed è stressato) e se e solo se nel mentre non ha trovato un’altra migliore.
Merita amore un uomo del genere? Uno che cerca una donna solo il suo corpo? OVVIO CHE NO; quindi va trattato per quello che è: un mero oggetto di piacere usa e getta e che va fanculizzato quando arriva qualcuno di meglio. Sicuramente quando tutti gli scopatori incalliti inizieranno a subire lo stresso trattamento che danno qualcosa cambierà su questo pianeta.
<<La donna da sesso per ricevere amore, l’uomo da amore per ricevere sesso>>.
No, mettiamola coi termini giusti “la donna da quello che ha con la speranza di essere amata e l’uomo invece le regala una marea di illusioni con lo scopo di fottersela in tutti i sensi”, perché è questo che in definitiva fa il 60% degli uomini. Sull’altro 40% non mi pronuncio, o sono omosessuali (i meglio in circolazione) o sono uomini di quelli che dici “oh uao…Questo si è che uno dritto”.
Si fa l’amore vero con una sola persona in tutta la vita, il resto è qualcosa che gli assomiglia, ma la maggior parte delle volte è semplice sesso fatto passare per amore (giusto per indorare la pillola alle donne che vivono nel mondo delle favole e che si credono principesse).
Perché prendersi per il culo? Perché dover chiamare le cose per quello che non sono?
Perché una donna per fare sesso deve necessariamente avere un uomo fisso con cui farlo chiamato impropriamente fidanzato ?
Non è più semplice farlo quando si ha voglia con un amico consenziente e fidato?
Tanto l’amore vero è solo uno, finchè non arriva perché complicarsi la vita con rapporti che comunque non dureranno e destinati a finire tra le sofferenze di tutti .
Per il semplice motivo che a molte persone piace illudersi e fare un sacco di puttanate contronatura.
ooo che bello, giochiamo a fare i fidanzatini 2 cuori e una capanna (e mentre scrivo questo sicuramente ci sono dei piccioni fedigrafi che stanno dicendo alle loro colombe “cara questo week ho da fare per lavoro” e in realtà sta organizzando un puttantour con gli amici).
Un mio amico riguardo alle relazioni sentimentali mi ha detto “i tempi sono cambiati”.
No caro, la verità è che non è cambiato proprio una cippa, le donne oggetti di piacere erano e oggetti di piacere sono rimasti, con la differenza che prima si dovevano sposare obbligatoriamente per andare via di casa e oggi no (anche se ci sono ancora molte sacche di resistenza, con usanze tribali in giro per il mondo – tutte da sterminare).
Sinceramente come donna, non ho voglia di fare la lavoratrice\casalinga\madre con al mio fianco un uomo che non è in grado di aiutarmi in tutto al 50%.
Mi basteranno i figli a cui badare, non desidero un sarchiapone che in casa non sa fare niente o peggio ancora che a lungo andare mi causerebbe l’esaurimento nervoso perché non è in grado di cucinarsi nemmeno un uovo sodo o caricare la lavatrice.
La maggior parte dei fidanzamenti di oggi non sono altro che compagni di mutanda che hanno deciso di “legalizzare il rapporto gli occhi moralizzatori degli altri” e in molti casi è vera ipocrisia chiamarlo amore.
L’amore, quello Vero, è tutta un’altra storia (dove si sta bene insieme anche senza sesso)
ma visto che questo post è dedicato al Sesso e a qualche accenno al mondo sadomaso proseguo…
A me il dolore non da piacere, proprio per niente ma il mondo è pieno di masochisti pronti a farsi umiliare in ogni modo.
I peggiori\migliori sono i giapponesi.
Se andassi a vivere in Giappone e decidessi di diventare una Mistres a pagamento farei valanghe e valanghe di yen.
Qualsiasi cosa che per una persona normale è inimmaginabile sicuramente c’è un giapponese che la fa; dal pagare una donna per bere la sua pipì, a comprarsi gli assorbeti sporchi.
Come fa una donna poi a non provare repulsione? Viene voglia di prenderli a frustate.
Una donna masochista invece per me è l’apoteosi del non sense.
Eppure ci sono quelle che godono a farsi legare, maltrattare, riempire d’insulti in un contesto BDSM; ironia della sorte è che poi ci sono anche quelle che nella vita reale vivono con un manesco ma non sono masochiste e non sanno come farlo smettere (basta prenderli a calci in bocca;  non sono mai stata mai picchiata da un uomo e solo fa il gesto di alzarmi la mano gli taglio l’uccello mentre dorme; tanto in Italia mi farei un paio di anni di galera, anzi probabilmente qualche mese se ho la buona volontà di portarlo al pronto soccorso per non farlo morire dissanguato).
Sapete che per legare una persona ad un letto dopo aver annodato la corda ai polsi basta fale passare sotto il materasso?
Non c’è bisogno di una testiera, è il peso del corpo stesso a impedirgli di liberarsi dalle corde (così poi non si perde tempo a sciogliere i nodi in caso di emergenza).
Inoltre per non lasciare segni col frustino basta coprire la zona da colpire con un asciugamano imbibito di acqua gelida.
Non condanno le coppie che vanno in club per scambisti, o i rapporti a 3, condanno quelli che tradiscono all’insaputa del partner.
Come la faccenda orge e similari, finchè sono tutti consenzienti e responsabili, contenti loro contenti tutti.
Non parteciperei perché se a volte è difficile e ci sono problemi con 1 persona, figuriamoci con più persone (per non parlare poi della questione malattie) ma non condanno l’atto di per se.
Ecco perché l’apellativo “inimmaginabile”, perché uno guarda una donna e lei lo riguarda a sua volta sorridendo (tipico mio), quello che però lui non sa è che dietro a quel sorriso magari lei sta pensando “se ci prova e fa lo stronzo lo ammanetto nudo al termosifone acceso e messo al massimo”.
5. l’arrapicatrice: donne che usano il loro corpo e cervello che fare la bella vita alle spalle di un uomo. Non c’è bisogno che spieghi, basta fare dei nomi: GREGORACCI, CARMEN DI PIETRO, RUBY, DADDARIO e tante altre.
SE è UOMO invece in testa mia viene classificato come:
1. il porco: uomo per essere felice deve fare sesso con più donne.
2. il santo: uomo che per essere felice deve provare amore per una donna e sta con lei anche senza sesso fino al matrimonio.
3. il normale: uomo che per essere felice ha bisogno di sesso e amore (da 1 o più donne, dipende dai periodi)
4. il violento: uomo che per essere felice deve umiliare\maltrattare una donna, gli unici rapporti sessuali che ha in definitiva sono stupri (su moglie\findanzata e\o sconosciuta).
Per ovvi motivi con la tipologia 4 non ho mai avuto a che fare, se non per ridimensionarli.
Campita sempre che qualche amica si metta con una merda del genere e in quel caso non sto mai a guardare… I 4 dopo il mio trattamento diventano tutti zerbini.
Trattamento a base di “ohhhh ma che carino che sei, che ne dici se ci vediamo?”
Segue lo spray al peperoncino, la ginocchiata nelle palle, il tacco nei testicoli\ sedere (dipende da che parte cade) e la promessa che se dopo quest’incontro, così BDSM, se farà nuovamente del male anche solo ad una mosca ci sarà sicuramente un secondo appuntamento peggiore del primo.
Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento, Lettere all'eroe solitario, Qualcosa di speciale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a SSC: SICURO, SANO, CONSENSUALE.

  1. Ale ha detto:

    Ciao! XD un’altro bel post, te sei una risorsa di bei post, e anche particolari ehehe..
    Parli di persone, sesso e poi un po di amore. Vorrei dire la mia. Siamo tutti umani, anche la donna + bella ai miei occhi puo diventare una qualunque, basta che la immagino pulirsi il Gulo dopo una bella seduta “spiritica” in bagno… che ne dici? prendi megan fox, super figa, che “dipinge” la carta igienica… SCHIFOOOOOOO XD
    Sesso… vorrei aggiungere una roba. è vero, molti uomini pensano solo a venire,,, ma è anche vero che ci sono donne che all’apparenza sembrano chissa quali esperte, poi all atto pratico, sono capaci solo di fare AAA AAA AAA… non è forse vero?? Alla fine di gente che sa far del buon sesso non è che ce ne sia troppa in giro. E inoltre approvo quando parli di finti fidanzatini… guarda facebook, c’è gente che mette i cuoricini, le frasine, le dedichine.,.. e poi appena possono, preparano l’incornificazione del partner in ogni modo. Tutto cio mi ricorda un amico, che ha la ragazza e pensa solo a farsene qualcun altra, e poi su fb fa l’innamorato. Ti giuro, io per sta gente, provo nausea.
    L’amore… possiamo parlare di amore al giorno d’oggi? molta gente scambia amore e sentimenti con quello che invece non è. Non lo so…te che dici? te sei innamorata? io ormai ho una paura dentro che metà basta, sono rimasto condizionato per via di brutte esperienze, e ora non riesco + a immaginare una relazione con una donna, piuttosto preferisco mettermi daccordo con una amica e dire: se ti va, usciamo e ci divertiamo. Ma metto le cose in chiaro, cosi evito di far star male qualcuno come son stato male io e come sto tutt ora. Penso sia una cosa più seria rispetto agli pseudo fidanzatini.. poi, un domani spero di trovare chi mi faccia cambiare idea seriamente. Ma sono scettico ora….
    Cmq, sei una grande! 😉 ciao!

    • cerchidifumo ha detto:

      Mio caro quanto al fatto che c’è poca gente in giro a fare del buon sesso concordo pienamente.
      Forse perchè gli uomini pensano che i FILM PORNO SIANO LA REALTà e allora poi finiscono per restare delusi quando vanno con una che non è brava quell’anima buona di Moana Pozzi; mentre le donne sono convinte che ad un uomo basti ricevere due bacini e qualche grattino per essere soddisfatto.
      C’è anche da dire che però due devono collaudarsi un po’ prima di riuscire a fare del buon sesso; insomma è difficile che due pincopalli a caso trovino subito l’affiatamento.
      Quanto all’amore esiste, solo che tutti credono che il primo sia quello vero, poi va a fanculo il primo, arriva il secondo allora si convincono che sia il secondo quello vero e avanti così. Secondo me le persone non dovrebbero fidanzarsi, dovrebbero semplicemente frequentarsi, scopare e vedere come va, alla fine poi arriva l’amore vero arriva, basta non rincorrerlo.
      Io non ho paura di innamorarmi, ma so bene che l’innamoramento dura al massimo 3\4 anni, l’amore è quello che dovrebbe restare una volta passato l’innamoramento. Se finito l’innamoramento non resta niente allora “arrivederci e grazie” e ad oggi è sempre stato un arrivederci e grazie (da parte mia)…Però la cosa non mi turba più di tanto, su tutto il pianeta dovrà pure esserci 1 che riuscirà a superare la data di scadenza no?
      Ciao e bacio.

  2. gvpdip ha detto:

    Devo dire che leggermente mi stupisce tutta questa tua “cultura del sesso”, anche se effettivamente non ti conosco.
    L’unica cosa di cui non avevo mai sentito parlare è dendrofilia!
    Tutto quello che hai detto può essere vero ma può anche essere molto opinabile per il semplice fatto che lo ritengo un po’ all’estremo.
    Per il fatto del sesso, sono un uomo e per quanto tale non posso non fare un commento anch’io, devo dire che non è per vantarmi ma finora ho sempre trovato ragazze che col sesso ci sapevano fare abbastanza e intendo “con molta fantasia”, quindi da quel punto di vista posso ritenermi fortunato…e meno male perche io ritengo il sesso un arte e come tale non deve essere sottovalutata e tantomeno fatta in modo superficiale(per la serie “togliamoci questo pensiero”)
    Per dirla tutta io sono uno di quegli uomini che prima cerca di soddisfare la donna e poi però “pretende in mente sua”(non nel vero senso della parola) che lei faccia altrettanto e con voglia.
    Io sinceramente mi sento appagato quando la donna prova piacere prima di me e quando sento alcuni miei amici che credono di essere superuomini facendo gli speedy gonzales mi viene un po’ da ridere e compatire la loro povera donna.
    Devo dire che nonostante la tua troppa sicurezza (che a volte a parer mio sfocia nella presunzione), dal punto di vista sessuale sei molto interessante a meno che questa non sia tutta teoria….:D Era solo una battuta 😀
    Cos’altro dire? Di cose sul sesso ce ne sarebbero da dire a partire dal raccontare le proprie esperienze (è sempre utile per ottenere consigli….e darli) ma come dici tu non vorrei farti oscurare il blog da chi di dovere 😛
    Claudio

    • cerchidifumo ha detto:

      😀 ehm…Cultura del sesso estesa? No, estesissima. 😀
      Mi è sempre interessato scoprire ogni sfaccettatura di quello che considero uno dei cardini della vita.
      Mai stato al Sexodrome? Nel mio ultimo viaggio a Parigi ho preso l’albergo nel quartiere a luci rosse (il Timhotel di Pigalle), che sta proprio accanto a uno dei sexyshop più grandi di Europa.

      http://www.sexodrome-paris.fr/accueil.html

      è da imbecilli andare a Parigi e non visitarlo, qualsiasi coppia che ci va “per il solito viaggio romantico”, dovrebbe scendere dal pero e farci un giretto dentro eh eh eh.

      Inoltre ho visto anche il museo dell’erotismo che merita troppo.

      Quanto alle esperienze vissute le tengo sempre per me, è una questione di rispetto nei confronti della persona con cui l’ho condivisa.

      • Pistillone ha detto:

        Ciao io sono andato con la mia ragazza a parigi quest inverno…siamo entrati al sexodrome e volevamo entrare nella zona “libertine” xò a quanto abbiamo capito che era obbligatorio che se dovevamo fare cosa doveva esserci anche uno scambio di coppia…noi avendo capito questo abbiamo pensato bene di andarcene xk la cosa non ci interessava…abbiamo capito male? Lo scambio è obbligatorio o si può tranquillamente fare sesso con la propria ragazza/o senza doversi imbattere x forza in uno scambio? Gradirei delucidazioni in merito se me le puoi dare grazie 🙂

      • Cerchidifumo ha detto:

        No lo scambio non è obbligatorio, li dentro ci trovi sia coppie scambiste che non e ogniuno in definitiva si gestisce come meglio crede, nessuno ti obbliga a fare quello che non vuoi fare 🙂 Poi ovviamente se vai in sauna o in una iacuzzi e c’è altra gente (come è sicuro che sia) e inizi ad accoppiarti con la tua donna be…Ci saranno quelli che guardano, quelli che magari chiedono di unisi…Insomma “spazio libertino”…Per chiamarsi così un motivo ci sarà no? 😀

        http://www.sexodrome-paris.fr/espacelibertin.html

  3. gvpdip ha detto:

    Purtroppo non sono mai stato a Parigi 😦 Se ci dovessi andare gli farò una visitina!!
    Anche per me il sesso è uno dei cardini della vita…guai se non lo fosse!!
    Ci si becca su msn…anche se in questi giorni non mi collego quasi mai….altrimenti ci si sente qui a commentare questi interessanti post 😛
    bye bye
    Claudio

  4. zebachetti ha detto:

    estremamente lucida ed interessante la tua stesura ciao

  5. elisir ha detto:

    Finalmente una donna che svela tante verità, cosciente che non sono “Il Vangelo”.
    Cordialità. Sandro Vivan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...