Anime sparse.

Mi piacerebbe dare una definizione al nostro rapporto ma come scritto da Oscar Wilde “definire è limitare” e non voglio nessuna limitazione per noi.
Quello che vorrei sapere è se qualcuno sa di me, della mia esistenza.
Di te ho raccontato alle persone più care, quelle di cui mi fido e ti ho sempre sulla bocca come esempio “sai c’è un mio amico che…”.
è straordinario notare come quello che è per una persona importante non lo è per l’altro.
Forse è vero che il primo amore non si scorda mai e che il secondo è più bello ancora.
Tu sei il secondo, ma vabbè a distanza di poche settimane dal primo.
Non riesco a capire come siamo giunti a questo.
Da quando ti ho incontrato non avrei mai pensato che oggi mi sarei ritrovata a scriverti. Chissà cosa pensi di me, di te, di noi.
A volte ho come l’impressione di essere uno di quegli oggetti dimenticati in fondo al cassetto e che di tanto in tanto vengono ripescati, sui quali si appoggia il sorriso per poi esser rimessa nuovamente sepolta sotto altre mille cose.
Con le promesse infrante siamo alla pari direi. Palla al centro.
Non so cosa sia, chiamarlo amore è veramente limitativo.
Forse dovremmo bruciare insime, in un’unica vampata e gettare le nostre ceneri al vento.
O forse dovremmo dare tempo al tempo…Abbiamo aspettato così tanto senza perderci.
Non ho paura del futuro, solo che a volte mi sento così piccola e inerme.
Hai visto? Non è accaduto nulla di scabroso o impuro. è solo amore.
Mi viene così facile perdermi in te. Chissà tu che pensi.
Non avrei mai immaginato che la giornata sarebbe andata così, ma neanche per l’anticamera del cervello avrei pensato una cosa del genere.
Sono belli i tuoi occhi quando mi guardano, ci ho percepito qualcosa che non avevo mai notato prima…In nessuno.
Nessuno mi guarda come mi guardi tu quando ti lasci andare.
E io non guardo nessuno come guardo te.
Forse anche tu non leggerai mai queste parole.
Per me non c’è niente di scritto da leggere.
Qualcosa con cui confrontarmi e annaffiare i pensieri.
Non mi hai mai dedicato qualcosa scritto di tuo pungo, ho solo una dedica scritta in matita e conservata nel mio diario.
Le nostre foto fatte ultimamente evito di guardarle perchè altrimenti l’aratro si rimette in moto.
Sei un solco nella mia anima, da sempre.
Ho fatto sempre di tutto per non farti entrare, per scappare eppure oggi tutto mi riporta a te.
Più mi sforzo a non volerti pensare e a star concentrata sul presente e più arriva qualcuno o qualcosa che mi dice o mi fa vedere qualcosa che mi riconduce a te.
Ho cantato a Dio di mandarmi un segno, di farmi capire qualcosa di più di noi e soprattutto “il perchè sono in questa situazione”.
Spero che mi arrivi una riposta.
Buonanotte (anche se è presto).
Buonanotte vita mia.
Annunci

Informazioni su Cerchidifumo

...about me? Ah ah ah...
Questa voce è stata pubblicata in Qualcosa di speciale. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...